Consiglio Comunale del 19-20 marzo - CRONACA

venerdì pomeriggio, in seconda convocazione, ha avuto luogo la seduta del consiglio comunale. alle ore 17:00 il presidente del consiglio comincia l"appello" siamo tutti presenti... possiamo cominciare. i punti all'ordine del giorno sono 11:

1) Nomina scrutatori
2) Presa atto dell'inserimento nel vigente PRG del sito contaminato da bonificar in c.da Cinti.
3) Ricognizione e valorizzazione del patrimonio immobiliare del comune in adempimento alle disposizioni di cui all'art.58 del DL 112/2008 modificato con la legge n°133/2008.
4) Approvazione del programma triennle dei lavori pubblci ed elenco annuale dei lavori anno 2009.
5) modifica cottimi fiduciari approvato con delivera CC n°34 del 26/6/2004.
6)Alienazione suolo comunale costituente area di sedime del fabbricato d proprietà Cacciatore Gesua.
7) Alienazione suolo comunale confinante con proprietà Mangione Francesca.
8) Comunicazioni della rimodilazione dei servizi ato rifiuti gesa ag 2
9) Immobile comunale "ARCU" messa in sicurezza a salvaguardia incolumità pubblica.
10)strada di accesso al nuovo rione delle case popolari e cooperative.
11) lettura ed approvazioneverbali sedute precedenti.

1) vengono nominati gli scrutatori.
dopo il primo punto il capogruppo di minoranza chiede la parola, ma il presidente Scifo chiede che venga concesso la parola all'assessore Giglione che desidera fare sue comunicazioni.
il consiglio non può che accogliere la richiesta dell'assessore.
in due parole la Giglione richiama i fatti che l'hanno interessata nella scorsa seduta, sottolinea che la politica è il terreno del confronto, del dialogo per cui si augura che quanto sta per dire non riesca incomprensibile per il gruppo di minoranza e che non sia occasione di sparliloqui gratuiti. premesso ciò la Giglione comunica al Consiglio comunale che lunedì prossimo verrà notificato ai consiglieri comunali la comunicazione richiamata nella nota di cui alla lettera "l'acqua e il rispetto" dello scorso consiglio comunale e, continuando, fa sapere che è già in tipografia la stampa di un manifesto che verrà affisso nei prossimi giorni sui muri di joppolo.
detto questo, un freddo silenzio cala tra i presenti.

Dopo poco il Consigliere Infantino chiede la parola. Rivolgendosi all'assessore cerca di far capire all'assessore che gli incomprensibili argomenti descritti nella sua lettera sono la vera causa dello sparliloquio in tutto il paese di quest'ultimo periodo. Infantino precisa ancora all'assessore che la Lettera era incomprensibile a tutti perchè Lei volutamente l'aveva voluta scrivere così. ancora oggi i consiglieri di minoranza non hanno capito la vera verità della lettera....

interviene il Consigliere Migliara la franchezza e la schiettezza che lo caratterizza: "l'assessore non può permettersi di sperare che i consiglieri di minoranza capiscano le parole che sta dicendo!" " noi, consiglieri, capiamo e vediamo molto bene!"

interviene il Consigliere Capodicasa: "l'assessore non può permettersi di venire in Consiglio e di rimproverare i consiglieri di minoranza..."

interviene il Consigliere di Maggioranza Cacciatore Francesco: "c'è stata una incomprensione tra l'assessore Giglione e il Sindaco, e nient'altro! non è giusto che si sia parlato a ruota libera in piazza, su internet siu questo accaduto dicendo che la pace è stata fatta a prezzo di qualcosa in cambio!

interviene il Consigliere Carrubba:" associandomi alle dichiarazioni dei colleghi di minoranza volevo aggiungere: sono felice che Pace è stata! la dialettica politica, la conflittualità politica aiuta a rafforzare e a rinsaldare i rapporti in seno al gruppo di maggiornanza, in seno a tutta l'amministrazione. mi sento di farle un grande complimento per il coraggio che ha avuto nel porsi come soggetto politico e non solo come componente della giunta che presenzia solo le sedute della giunta. oggi le riconosciamo un ruolo politico con la quale cominceremo a confrontarci. il gruppo di opposizione non crede, come qualche consigliere di maggioranza lascia credere, che la pace è fatta a prezzo di qualche accordo economico, ma i fatti e le azioni amministrative che seguiranno di qui in avanti ne saranno testimoni. detto questo non capisco ancora i fatti che hanno causato la mancanza di rispetto nei suoi confronti. non conosciamo i contenuti della lettera che ci invierà lunedì prossimo e del manifesto. grazie ancora per il ruolo politico che ha assunto in seno alla giunta e a risentirla, se sarà il caso, sui contenuti delle sue comunicazioni!

interviene Costanza, capogruppo di maggioranza, chiarendo che il contenuto della lettera e del manifesto sono relative a delle foto ed informazioni da raccogliere per aggiornamenti del sito del Comune di Joppolo. continuando dichiara non accettabili le conclusioni del consigliere Carrubba perchè la Giglione è soggetto politico da momento i cui si è messa a disposizione della coalizione. se qualche inesperienza ha determinato un incidente di percorso all'interno della coalizione ciò non pregiudica la compattezza e l'unità di intendi..."

l'assessore vorrebbe replicare, ma il presidente cerca di passare avanti... qualche altro intervento e si passa al secondo punto.

2) chiede la parola il Consigliere Infantino. il presidente Scifo gliela dà. "presidente devo farle notare che è prassi che il primo punto all'ordine del giorno è sempre approvazione verbali seduta precedente. perchè oggi è stato messo all'ultimo punto. dal primo all'undicesimo. "si è ritenuto dare priorità ad altri punti e di lasciare questo alla fine. è un problema per lei consigiere?". L'infantino replica facendo notare ce anche i punti all'odg chiesti dalla minoranza sono stati messi per ultimo "si ritiene che i punti chiesti dalla minoranza siano di poca importanza o ci volete snobbare?" "assolutamente" "allora chiediamo l'inversione dei punti all'odg.". tra botta e risposta si inserisce il capogruppo di magiornanza che avanza la proposta di anticipare l'undicesimo punto al secondo. assicurando che tutti i punti saranno trattati nella seduta odierna. la proposta di infantino viene ritirata e votata unanimamente quella di Costanza. letti ed integrati tutti i verbali delle sedute del consiglio comunale nell'anno 2008 e stralciati quelli dell'anno 2009 si votano i verbali con votazione 11 favorevoli 1 contrario. si passa al terzo punto che è:
3) Presa atto dell'inserimento nel vigente PRG del sito contaminato da bonificar in c.da Cinti.
si tratta di prendere atto che la discarica comunale ormai chiusa dove er anni è stato depositato il rifiuto solido urbano dev'essere bonificato. l'assessorato regionale territorio ambiente ha già inserito il sito e la bonifica dello stesso tra i prossimi progetti da finanziare. dopo alcuni interventi chiarificatori da parte dell'Arch Lupo, dirigente dell'UTC, si vota la proposta con 12 voti favorevoli.

si passa al
quarto punto che è:
4) Ricognizione e valorizzazione del patrimonio immobiliare del comune in adempimento alle disposizioni di cui all'art.58 del DL 112/2008 modificato con la legge n°133/2008.
questa proposta arriva in consiglio in quanto ai punti 6 e 7 (ora 7 e 8) ci due proposte di alienazione di bene comunali a privati cittadini che ne hanno fatto richiesta e comunque rientranti in particolare condizioni che poi vedremo. per cui prima di passare a quei punti è necessario in rispetto della norma approvare la ricognizione dei beni patrimoniali:
data lettura della proposta l'amministrazione chiede una integrazione della proposta. se ne da lettura. il consigliere Infantino è d'accordo. Capodicasa fa notare che nella proposta manca un elemente essenziale:"l'elenco dei beni patrimoniali di cui si dice di aver fatto ricognizione". interviene Migliara che sottolinea l'importanza di questa deliberazione per certifica un valore aggiunto al Bilancio Comunale, quello patrimoniale appunto. l'amministrazione ritiene pensa che si possa andare avanti con la votazione, il presidente chiede se ci sono altri interventi. Carrubba chiede come si possa votare in assenza dell'elenco dei beni comunali di che trattasi. il dirigente UTC precisa che non è facile fare una totale ricognizione di tutti i beni comunali. Capodicasa ritiene che sarebbe stati anche sufficiente considerare i beni acquistati recentemente dall'amministrazione e quelli oggetto dell'alienzione dei punti successivi. il presidente chiede se ci sono altri interventi e se si può passare alla votazione della proposta. i capogruppo di maggioranza e minoranza convengono al ritiro del punto all'odg per reinserirlo al prossimo consiglio comunale ed essere votata da tutti i consiglieri. il presidente passa ai voti il ritiro. interviene il segretario comunale dichiarando che quella delibera non poteva essere deliberata in alcun modo in quanto mancante di elementi essenziali.

durante la relazione del segretario comunale però succede qualcosa che politicamente non era affatto prevedibile.
il presidente si alza dichiarando di avvertire un malore e che è costretto ad allontanarsi.
il consiglio è sospeso! no! il presidente esce. tempo di ricostruire le fila, il vice presidente Bruno chiede la sospensione della seduta per 15 minuti. la proposta viene votata con 12 voti favorevoli. dopo 30 minuti riprende la seduta. confortati che il malore avvertito dal Presidente non è cosa troppo grave. dai capigruppo viene proposto il rinvio di tutti i punti all'odg nella prossima seduta del Consiglio Comunale. voti 12 favorevoli. la seduta si scioglie.

questa la cronaca per linee generali.
gli argomenti relativamente ai RIFIUTI E ALLO SPAZZINO SONO SEMPRE IN DISCUSSIONE IN PIAZZA, SUL BLOG E AL COMUNE.
seguiranno altri aggiornamenti.
Posta un commento