Consiglio Comunale - STRADA PER COOPERATIVE

come già sapete il prossimo 14-15 apile si riunirà il civico consesso per affrontare alcuni punti. alcuni di questi erano previsti nella seduta del 20 marzo, ma non si sono potuti affrontare per il rinvio dello stesso consiglio dopo i primi tre punti trattati.

tra i rimanenti ci sono dei punti che, quali consiglieri comunali, ne abbiamo chiesto la trattazione con la massima urgenza. Il primo di questo è la
STRADA DI ACCESSO E USCITA DAL NUOVO QUARTIERE DELLE CASE POOPOLARI E DELLE COOPERATIVE.


nel numero dell'osservatorio civico di febbraio abbiamo già espresso il nostro auspicio affinchè l'amministrazione provvedesse nel breve a realizzare una strada adeguata e rispondente alle esigenze delle circa 50 famiglie che abitano in quel quartiere.

Siamo sicuri che anche l'amministrazione ha preso sul serio il bisogno di fare qualcosa in questo senso, ma ancora ad oggi non conosciamo nè i tempi nè quale soluzione stanno pensando.

essendo consiglieri comunali desideriamo parlarne in Consiglio perchè, a scanso di equivoci, il nostro riferimento politico istituzionale principale è il Consiglio Comunale.

il consiglio rappresenta per antonomasia la volontà del popolo che ha eletto i suoi consiglieri. Anche il Sindaco rappresenta il popolo ma noi siamo presenti nella sua giunta (e ovviamente non lo saremo mai!), per cui non possiamo e non vogliamo in alcun modo effettuare indebite ingerenze nei compiti e nei ruoli delegati a ciascun componente della Giunta o, comunque, facenti capo al Sindaco medesimo. Noi di dei problemi della gente di joppolo ne parleremo sempre in Consiglio.

La volontà del consiglio comunale diventa sovrana in modo assoluto quanto il deliberato nasce da una sintesi, da un confronto, da una dialettica che nel rispetto di ciascuno consigliere, nel rispetto dei ruoli. Un deliberato che ovviamente, al di là del responso di voto assembleare, è garantito dal modo democratico come si è arrivato a deliberare.

Concludendo credo che sul tema della strada di acceso per le cooperative e le strade popolari credo nessuno potrà dire che non si deve fare. Ma in consiglio è giusto che tanto noi, quanto i cittadini interessati conosceranno megli i tempi di realizzazione e cosa realmente si vorrà fare!

Posta un commento