un augurio...

Formulare un preciso augurio ai tanti che periodicamente sono presenti in questo blog non è una cosa che mi riesce facile, ma ci tenevo a manifestarvi il mio più sincero e personale augurio per le festività natalizie.

E' un augurio che spera raggiunga anche quanti si trovano fuori dalle mura joppolesi e che, per ovvi motivi, non possono essere presenti con i propri familiari a Joppolo.

E' un augurio e un grazie per i tanti contributi che sporadicamente date a questo blog attraverso i vostri commenti. Anche quei commenti meno buomi mi aiutano ad andare avanti e corregermi quando qualcosa non va molto bene.

E' un augurio che rivolgo anche a tutti coloro i quali non credono nella condivisione e nella partecipazione alla cosa comune. Ritengo che tanti passi in tal senso sono stati fatti , ma credo che c'è molta strada ancora da fare. E spero che se ne faccia!

Affinchè questo "paisi nicu nicu" raggiunga i più alti livelli di consivenza sociale e la migliore definizione di obiettivi sociali e culturali faccio mio e lo ricordo ai lettori di questo blog l'invito che don Giuseppe Agrò ci ha fatto in questo periodo di AVVENTO:
1) aprirsi alla novità dell’altro superando i pregiudizi
2) ascoltare ciò che l’altro non dice
3) fare il primo passo verso l’altro senza temerne le reazioni.

Nella sua proposta pastorale ho letto una "paternale" che sento di ascoltare e, nello stesso tempo, di mettere in evidenza a quanti non hanno avuto modo di leggerla.

grazie e tanti auguri ancora.

P.S.: ad Agostino Spataro ed ad Eugenio Specchi rivolgo un augurio speciale per i contributi non anonimi che in questo anno hanno dato ai contenuti del mio blog. Grazie!!!


Enzo Carrubba
Posta un commento