L’impegno internazionale del CSI (Centro Sportivo Italiano)

Ad Assisi si fa rete.
Appuntamento ad Assisi, il 6 dicembre, per rilanciare l’attività internazionale del CSI, rafforzando quella spinta di solidarietà che ha portato l’associazione, già dagli anni Novanta, ad impegnarsi a livello centrale inCamerun con “Sport for Africa”, in Albania a fianco della CEI, in Polonia, inRomania, lì dove c’era bisogno di mano per fare nascere e crescere un associazionismo sportivo dalla vocazione sociale.
Nel corso del tempo quei progetti nazionali, alcuni dei quali ancora in corso di svolgimento, sono stati affiancati da tante iniziative, altrettanto generose e significative, realizzate in vari paesi del mondo da Comitati e Società sportive.
Tutto questo patrimonio di umanità è lievitato senza godere di alcuna forma di coordinamento, restando affidato alla spontanea dedizione di singoli gruppi di associati. La convinzione della Presidenza Nazionale è che sarebbe più facileper tutti quanti vogliono impegnarsi in questo ambito di attività fare rete, inmodo da coordinarsi, mettersi in sinergia quando utile, scambiarsi idee esuggerimenti, e confrontare gli esiti delle esperienze compiute. Da tuttoquesto non potrebbe che derivare quel generale rilancio dell’attività internazionale che rientra, appunto, tra i programmi del CSI nazionale. La Presidenza ha deciso quindi di mettere in calendario un incontro aperto a tutti coloro che desiderano dedicarsi a tale forma di attività e a quanti coordinano nei comitati iniziative internazionali.L’appuntamento è fissato per domenica 6 dicembre 2009 ad Assisi, alle ore 15,30, all’interno del tradizionale Meetingassociativo.
Eugenio Specchi
Posta un commento