ADS Joppolo - News

Nell'estate del 2008, un gruppo di volenterosi joppolesi (uno su tutti ALFONSO ARGENTO), decidono di dar vita ad un'ASSOCIAZIONE SPORTIVA denominata ASD JOPPOLO, con lo scopo di riportare il calcio agonistico nel nostro piccolo paese.
All'unanimità, venne eletto PRESIDENTE il parroco del paese ossia DON GIUSEPPE AGRO'.
La scelta, purtroppo, da lì a poco si sarebbe rilevata SBAGLIATA visto che il PRESIDENTE, per motivi vari, non era mai presente (unica traccia...il suo saluto iniziale) ed il suo ruolo veniva EGREGIAMENTE ricoperto da SALVATORE AMODIO (vice-presidente) e dallo stesso ALFONSO ARGENTO.
Ma il Presidente non era l'unico l'unico neo della società.
3/4 dei soci (quelli che adesso parlano solo per il gusto di parlare) era completamente disinteressato all'andamento della squadra ed alle sorti della società stessa così, nell' estate del 2009, dalle ceneri dell'ormai defunta ASD JOPPOLO 2008 nasce LA NUOVA ASD JOPPOLO.
La dirigenza della nuova società viene affidata a CARMELO PALUMBO, e vengono nominati:
VICE PRESIDENTE: Salvatore Amodio e Russo Giuseppe
SEGRETARIO: Alfonso Argento
TESORIERE: Vermi Maria Grazia
WEB DESIGN: Francesco Argento
CONSIGLIERI: Salvatore Cacciatore e Domenico Migliara
Giacomo Argento viene confermato come allenatore supportato da Francesco Russo (allenatore in seconda).
Il Presidente mette in mostra la sua abilità ed il suo impegno e, in pochissimo tempo, riesce a portare un'ondata di ottimismo e di entusiamo tra i giocatori ed i tifosi .
Si mette immediatamente al lavoro per cercare di formare una squadra competitiva.
Si impegna per organizzare il PRIMO MEMORIAL "RUSSO" ecc. ecc.
Purtroppo, dopo un pre-campionato eccellente, arriva un inizio di campionato deludente.
I risultati non arrivano e l'ottimismo iniziale si affievolisce.
Per cercare di risolvere la crisi di risultati, si fa ricorso sempre più a giocatori di altre società calcistiche, modificando drasticamente l'identità della squadra che si ritrova con pochi giocatori joppolesi tra i convocati.
E' qua che nasce il problema!!!
E' qua che nascono le lamentele di chi viene rilegato in tribuna (per far spazio a chi, ha il posto garantito anche se non si allena con costanza) o di quei tifosi che si trovano a tifare per una squadra che non conoscono e che non considerano propria!
La colpa non è da imputare al PRESIDENTE (CHE, RIBADIAMO ANCORA UNA VOLTA, SUL PIANO DELL'IMPEGNO, NON HA NULLA DA INVIDIARE AI SUOI PIU' ILLUSTRI PREDECESSORI) O AI GIOCATORI "VENUTI DA FUORI" che, in ogni caso, sono da ammirare in quanto dedicano il loro tempo alla nostra squadra ed al nostro paese.
L'errore è da imputare alla mancanza di una regola che stabilisca un tetto massimo di giocatori "da fuori" convocabili ad ogni partita in modo che l'ASD JOPPOLO conservi quella DENOMINAZIONE D'ORIGINE CONTROLLATA che solo i giocatori joppolesi, con la loro presenza, possono dare!!
Posta un commento