Il 5 dicembre è iniziato ad Assisi, con la partecipazione di 677 tra dirigenti e operatori del CSI, il tradizionale meeting di fine anno “Lo sport di oggi per l'Itaia di domani.
Il contributo del CSI alla costruzione del bene comune”. Un tema complesso, che richiama l’impegno di promozione sociale, oltre che umana, cui il CSI è chiamato dalla sua identità cristiana, e che sarà declinato attraverso una serie di riflessioni guidate da ospiti di rilievo.
E' iniziato sabato pomeriggio, con tre interventi-incontri con don Antonio Mazzi,
Andrea Barbetti e Julio Velasco. In serata spazio alla Fondazione
Giovanni Paolo II e ad Andrea Cardinaletti e Edio Costantini.
Domenica 6 i lavori sono iniziati con un intervento del presidente nazionale,
Massimo Achini, su “Lo sport può cambiare il mondo”.
Quindi un intervento strettamente legato al tema generale:
“Il bene comune oggi: ricordo o pietra d’angolo per il futuro?”, nel qualesono
intervenuti gli onorevoli Paola Binetti e Marco Calgaro, coordinati dall'on.
Donato Renato Mosella. Nel pomeriggio è stato dato il via ai nove laboratori di
approfondimento sui programmi del 2009/2010. In serata il consueto
pellegrinaggio verso la Basilica di San Francesco con la Celebrazone
Eucaristica celebrata da Mons. Paganini.
Si chiude la mattina di lunedì 7 dicembre, con un intervento sullo slogan
dell'anno "Uno sport per la vita, oltre lo slogan c'é di più" di Don Alessio Albertini
e con “In campo per il futuro”, incontro con l'on. Mario Pescante, vicepresidente del Cio.
Diretta in streaming su Livestream della webtv CSI.
Eugenio Specchi
Posta un commento