SHOAH - la memoria di un orrore!

il 27 gennaio è il giorno dedicato alla memoria delle numerose vittime della Shoah. una pagina storica che ha lasciato e che lascia tutt'oggi un segno molto profondo nella memoria del mondo intero.
Ne facciamo memoria per tanti motivi. per non dimenticare, perchè quell'orrore non si ripetano...

Commenti

Anonimo ha detto…
La data del 27 Gennaio 1945 ricorda l’evento delle truppe sovietiche che nell’avanzata contro Berlino abbatterono i cancelli del campo di sterminio di “Auschwitz” in Polonia,rivelando al mondo intero un vero e proprio genocidio della razza ebrea. A siglare questa tragedia alla quale molti ebrei furono sottoposti fu coniato il termine di “Shoah”,termine che venne adottato per la prima volta nella comunita’ ebraica di Palestina (1983) in riferimento alla cosiddetta “Notte dei cristalli”.

Piu’ di sei milioni di ebrei tra cui anziani, giovani e moltissimi bambini furono deportati nei campi di concentramento e “massacrati” come “carni da macello” subendo le torture delle camere a gas e delle docce di acqua gelata .Gli ebrei benchè considerata una razza ariana.la razza dalla stella gialla,avrebbero dovuto scomparire dalla faccia della terra. A distanza di 60 anni oggi si ricorda l’evento piu’ osceno e inquietante di tutta la storia mondiale Auschwitz fu il nome che indico’ la barbaria piu’ atroce e crudele.

Auschwitz fu il nome dellla paura della prigionia della tortura dei forni crematori…dei fiori appassiti sui campi di concentramento Auschwitz fu anche poesia. Fu soprattutto memoria. E tra la memoria dell’olocausto ricordiamo Anna Frank e il suo diario divenuta testimone dell’orrore nazista. Ricordiamo Primo Levi tra gli italiani rimasti sopravvisuti che con la sua poesia ha riportato le attese e le ansie della Shoah. Ed è proprio attraverso il treno della nostra memoria che nn possiamo non ricordare questo giorno in cui milioni di ebrei persero la vita, la dignita’ e il valore degli uomini. (Angela Mallia)

Post più popolari